Menu

La città di Bressanone

La cittá di Bressanone

Storia

L’origine della città millenaria alla confluenza tra la Rienza e l’Isarco risale alla donazione del maso Prihsna da parte del re carolingio Ludovico "il Fanciullo" al vescovo Zaccaria di Sabiona nell’anno 901. Bressanone fu per lungo tempo sede dell’omonimo vescovato principesco e fino all’anno 1972 residenza del vescovo. L’importanza della città quale centro culturale e spirituale del Tirolo storico è dimostrata ancora oggi da molti tesori artistici.

Arte, cultura e storia del pensiero caratterizzano profondamente la città di Bressanone. La città altoatesina vanta più di 1000 anni di storia ed è considerata la città più antica del Tirolo, da sempre meta di imperatori, nonché sontuosa città vescovile. Attualmente la città è un affascinante connubio tra leggerezza di vivere e raccoglimento. La singolare Piazza Duomo, l’ampio centro storico medioevale posto sotto tutela dell’arte, i portici e le viuzze con i tradizionali merli, tesori museali, l’artigianato e preziosi siti archeologici, invitano ad un suggestivo viaggio nel tempo. La mondanità è caratterizzata da manifestazioni, cabaret e concerti.



Abitanti

Bressanone è con i suoi oltre 21.000 abitanti dopo Bolzano e Merano il terzo comune dell'Alto Adige nonché sede della comunità comprensoriale Valle Isarco. Secondo il censimento del 2011 il 72,82% degli abitanti appartiene al gruppo linguistico tedesco, 25,84% a quello italiano ed il 1,34% a quello ladino.

Geografia

Il territorio comunale di Bressanone si estende da 500 m. fino a 2.450 m. di altitudine (Bressanone città a 560 m) e comprende 84,86 chilometri quadrati. Fanno parte del comune oltre al centro storico ed ai rioni di Stufels, Milland e Kranebitt le frazioni di Albes, Eores, Elvas, la Mara, Monteponente, S. Andrea e Sarnes.

Economia

Bressanone come maggiore città della Valle Isarco è un importante centro economico. Grazie alla posizione centrale della città nella vallata, circondata da numerosi piccoli e grandi centri, collocata direttamente sull’asse Nord –Sud Bressanone è facile da raggiungere. L’intreccio economico con imprese internazionali dei paesi confinanti è moto proficuo.

Da anni Bressanone vive un notevole sviluppo economico che si esprime, tra l’altro, anche nell’incremento demografico. Il terziario ed il turismo rappresentano con il 67,6% della popolazione attiva i punti di forza dell’economia locale, seguiti dall’industria (19,3%), dall’artigianato (6,8%) e dall’agricoltura (6,4%). È di vitale importanza la disponibilità di forza lavoro qualificata, la quale viene garantita soprattutto dal continuo sviluppo delle strutture formative e dall’recente insediamento dell’università. L’economia di Bressanone è da anni caratterizzata da una grande varietà di piccole medie e grandi imprese nei settori dell’artigianato, dell’industria e del commercio.

Educazione

Quale sede dello Studio Teologico Accademico presso il Seminario Maggiore Vescovile di Bressanone (dal 1607) e, dal 2001, della Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano, Bressanone è anche città universitaria e cura, inoltre, la sua immagine di città di cultura e di congressi mettendo a disposizione una serie di opportunità educative e di strutture moderne.

Registrati e tieniti informato sulle ultime novità e manifestazioni a Bressanone

o

Registrazione mediante indirizzo E-Mail

  Già registrato? Login

Vantaggi della registrazione

  • Lista preferiti e pagine preferite
  • Ricevi offerte correnti
  • Informazioni sulle manifestazioni a Bressanone
  • Menu del giorno dei tuoi ristoranti preferiti